Yoga

Esistono diversi stili di Yoga, dai più ai meno energici. La maggior parte di essi si focalizza sull’apprendimento delle posizioni del corpo (asana) e sulle tecniche di respirazione e meditazione. Le asana aiutano ad allungare le varie parti del corpo (muscoli, tessuti, legamenti e tendini) e a “rendere più mobili” le articolazioni, generando un senso di leggerezza e fluidità interna ed esterna al corpo.

I principali benefici dello Yoga riguardano l’aspetto fisico, mentale e spirituale.

Da un punto di vista fisico, solo dopo poche lezioni la persona si sente più flessibile, rafforza la muscolatura e adotta una postura migliore, in modo da ridurre i dolori causati da squilibri muscolari, in particolar modo il mal di schiena. Lo Yoga è anche considerato la disciplina del cuore perché abbassa la pressione sanguigna e rallenta i battiti. Alcuni studi hanno dimostrato che ha effetti antiossidanti, contribuendo a combattere l’invecchiamento, riduce il colesterolo, i trigliceridi e stimola il sistema immunitario.

Per quanto riguarda la mente i benefici sono ugualmente numerosi. La respirazione, profonda e “controllata”, oltre a migliorare notevolmente la capacità polmonare aiuta a raggiungere uno stato di rilassatezza, fondamentale nella vita di oggi dove i ritmi frenetici e stressanti la fanno da padrone.

Altro aspetto su cui ci si allena nello Yoga è la capacità di concentrazione e di focalizzazione, basilari nel miglioramento dell’umore. Alcune recenti ricerche hanno accertato gli effetti positivi che questa disciplina apporta a chi soffre di depressione e viene studiata come terapia per affrontare i comportamenti ossessivo-compulsivi.

Lo Yoga è utile per chi vuole restare in forma e in salute, per correggere l’allineamento del corpo, come preparazione alla pratica di uno sport, per creare le condizioni per vivere una gravidanza senza problemi, per essere più concentrati negli studi e per aiutare un progresso di guarigione.

Può essere praticato in:

  • lezioni individuali, l’insegnante lavora con un singolo allievo, tenendo conto del suo stato di salute, della sua età, dei suoi obiettivi e delle sue abilità;
  • lezioni di gruppo, l’insegnante attraverso un ‘attenta osservazione dei suoi allievi, adatta a ciascuno di essi le posizioni del corpo (asana) e la loro durata. Gli allievi, sviluppando a loro volta una sempre maggior consapevolezza di sé, riescono a dosare i loro sforzi e a mantenere l’asse principale della postura. 

Lo Yoga è aperto a tutti, sia a chi non l’ha mai praticato prima e vuole provare una nuova disciplina, sia a chi ha già esperienza nel settore. Se stai cercando un ambiente appropriato o vuoi sperimentare vari stili di yoga Samila fa al tuo caso, qui troverai personale qualificato, gentile, disponibile e grande scelta di orari.

Per partecipare alle nostre lezioni di Yoga, sia individuali che di gruppo, è necessaria la prenotazione, contattando la segreteria ai numeri 334 952 60 78 – 06 574 36 52 o indirizzo mail info@samila.it

ASHTANGA YOGA

L’Ashtanga Yoga è una pratica dinamica caratterizzata da una sequenza codificata di posture (asana) legate tra loro dalla respirazione.

Gli aspetti fondamentali di questa disciplina sono tre.

Respiro, attraverso il quale si giunge alla purificazione e all’allineamento della mente con il corpo,. Questa purificazione ci consente di trascendere dall’esperienza fisica, fino a giungere con il crescere dei livelli più alti, ad una esperienza meditativa dinamica.

Posture, tramite chiusure dette “Bandha”, parola sanscrita che significa letteralmente trattenere. Attraverso questa pratica si impara ad utilizzare i muscoli profondi del corpo, di cui molto spesso non conosciamo l’esistenza e che non utilizziamo spontaneamente. L’Ashtanga Yoga ci permette di aumentare la consapevolezza del nostro corpo e si riuscire ad utilizzare al meglio l’energia trattenuta dentro di noi, evitando dispersioni.

Sguardo (Dristi), dovrà essere diretto di volta in volta su sei punti ben precisi, aiutando così a focalizzare la sequenza delle esecuzioni in uno stato di presenza fisica e mentale.

Per questa pratica si consiglia un’attività regolare, iniziando due volte a settimana sotto la guida dell’insegnante, per poi incrementare fino a divenire un’abitudine quotidiana e individuale da poter svolgere anche autonomamente.

 

VINIYOGA

Il Viniyoga nasce in India agli inizi del 1900 dal grande maestro Sri T. Krishnamacharya, che comprese la necessità di adattare progressivamente lo Yoga alle mutate condizioni della società ericonobbe l’importanza del ruolo delle donne nella diffusione dell’insegnamento dello Yoga e del canto vedico.

Negli anni sessanta molti occidentali arrivarono in India per apprendere questa pratica e diffonderla successivamente in America ed Europa.

Il Viniyoga implica differenziazione, adattamento, appropriata e graduale applicazione. Fornisce i mezzi per ottenere il meglio da ogni individuo e ciò richiede da parte dell’insegnante una comprensione della condizione del momento della persona e delle sue esigenze.

Come diceva lo stesso Sri T. Krishnamacharya: “Non è la persona che deve adattarsi allo Yoga, è lo Yoga che deve adattarsi alla persona”.Quindi non si tratta di uno stile di Yoga quanto piuttosto un metodo che utilizza lo Yoga come strumento, una pratica appropriata in funzione della situazione e delle condizioni. Questo comporta “partire da dove si è”, poiché ognuno di noi è differente e in continua evoluzione e perciò non ci potrà essere un punto di partenza e di arrivo uguale per tutti.

Nel Viniyoga diventa importante il suono, come strumento volto a migliorare la capacità di respirazione dell’allievo creando così lo spazio necessario. La persona viene invitata ad emettere suoni in maniera spontanea e senza alcuna forzatura. Quindi in questa pratica si lavora congiuntamente sul corpo, sul respiro e sulla mente.

 

VINYASA YOGA

Il Vinyasa Yoga è una forma di Yoga dinamico che mette in relazione le singole posizioni del corpo (asana) in una sequenza fluida, coordinando movimenti e respiro, come indicato dal suo stesso nome, temine sanscrito che esprime il concetto: “Respiro coordinato con il movimento”.

Caratteristica peculiare di questo Yoga è il fluire delle posizioni che vengono eseguite in modo armonioso come in una danza, abbinando il respiro al movimento ed enfatizzando le transizioni tra una posizione e l’altra. In questa pratica non si eseguono una serie predefinita di posizioni, in quanto le sequenze proposte sono sempre diverse.

L’obiettivo del Viniyasa Yoga è quello di dare forza, equilibrio, flessibilità e riuscire a portare chi lo pratica ad uno stato di meditazione tale in cui la mente riesce a rallentare e ad arrestare il flusso vorticoso dei suoi pensieri. Per questo riduce lo stress e migliora la chiarezza dei pensieri donando lucidità mentale a chi lo pratica.

 

Approfondimenti

Yoga Gravidanza

Yoga Mom&Baby

Insegnanti

Angela Cipollone

Ashtanga Yoga

Serena Petrecca

Vinyasa Yoga

Viviane Dias Vilela

Viniyoga – Yoga Mom&Baby

Riccardo De Paolis

Vinyasa Yoga